logo

Madre Terra

Madre Terra

Progetto fotografico di Greta Guidotti

La ricerca di un legame profondo e ancestrale, il tentativo necessario di riannodare i fili di un rapporto armonioso e puro con la natura che ci circonda, una natura non umanizzata, ma che mantiene il suo stato di selvatichezza e quindi tutta la sua alterità. Il corpo umano femminile riscopre di fronte a tale maestà la sua piccolezza: è figlia minore e infinitesimale di quella bellezza grandiosa, ferina e creatrice. Eppure, nei dettagli del corpo, nelle pose e nelle fattezze, la donna porta la stigma di una consonanza emblematica con il corpo della Natura madre. Incavi, uteri di pietra, archi arborei, rugosità calcaree e tracce di liquidità fangose, tutti i segni della natura sono rintracciabili nei corpi femminili ritratti dalla fotografa Greta Guidotti in un connubio armonico e naturale tra la Madre Terra, divinità ancestrale o semplicemente entità geo-fisica di cui il genere umano condivide materia, ascendenza e fattezze, e la donna, il cui corpo flessuoso, pieno e cavo allo stesso tempo, condivide lo stesso destino di maternità dell'umana progenie.

Adele Cacciagrano